Oliver House b&b

From $148 / night


Hide Property Details

  • 4 bedrooms
  • 4 bathrooms
  • Sleeps 9
  • Bed and Breakfast

Welcome to Oliver house where you will discover much more than a simple holiday. We offer to our guest an authentic Sicilian experience for anyone who shares a passion for cooking, natural beauty, and ingredients from a land that is unique the world over. If you love sea, good food, cooking classes and you want to spend a relaxing holiday in a family atmosphere Oliver House is the perfect place for you. Our home is located a few steps from the sandy beach of Mondello and 15 minutes by bus from the center of Palermo, the house is ideal for those who like to stay close to the sea, perfect for groups up to 10 persons 12, it is also possible to...Read more

Location

Oliver House b&b
Mondello, Sicily, Italy

What's Nearby:

Restaurants Attractions Nearby Rentals

Additional Location Information

Mondello is just 15 minutes from the center of Palermo occupies a territory that extends to arc, along a magnificent bay , between the Natural Reserve of Monte Pellegrino and the Natural Reserve of Capo Gallo.
The original nucleus "the country ", is located on the north end of the bay, an ancient fishing village built around an ancient tuna fishery .
In the last decade the village has developed its own vocation and has increased the tourist offer with excellent facilities, numerous restaurants, bars, shops and entertainment. the weather is cool in summer and warm in winter, the seabed rich in lush vegetation, the fine white beach, the sea water clear the bright colors and much more, make Mondello a place to vacation 365 days a year!
Palermo was founded by the Phoenicians on the seashore almost 3000 years ago, and it seems that at that time its name was Ziz, "flower". Certainly it was very beautiful, even if nothing is left of this city now, except for the trace of its first layout, followed for centuries: a long avenue leading from the sea to the low hill where - today as then - the palace of the government stands. It was a base for the Carthaginians, then, after their defeat by the Romans, it was occupied by the latter. There are practically no vestiges of the Roman epoch either, though the city flourished under them. In fact it was in a rather marginal position with respect to the heart of the empire and it became even more so with respect to Constantinople, when Sicily became part of the possessions of the Eastern Roman Empire. In 831, after a siege lasting about a year, Palermo fell into the hands of the Arabs. This was the start of a new life for the city, which in a few years turned into a splendid metropolis, compared for its splendour to Cordoba and the Cairo. Palaces and mosques rose amid the splendid gardens of the "Western Medina" and the skyline was marked by numerous slender minarets. The city, called Balarm, was the capital of the Sicilian emirate and is said to have had 300,000 inhabitants. In 1061 the Norman army led by Count Roger and Robert the Guiscard set out to reconquer Sicily. Eleven years later they got to Palermo. However, the coming of the new seigneurs did not lead to a decline of the Islamic city. Though the Normans demolished the mosques, they used Arab architects in the construction of their sumptuous Palermo dwellings; and though they got a strong hold on the island, yet they left the administration of the kingdom in the hands of Islamic functionaries. Under Roger II, Palermo - the capital of the new Norman kingdom lived a period of splendour. It was the centre of trade between east and west and from all over came noblemen, traders, adventurers attracted by the mirage of the rich city and the sumptuous court. Palaces and churches in Arabic-Norman style were built. This greatness continued under Frederick II of Hohenstaufen, who made his court the greatest centre of cultural life in those days. Never again, in the centuries that followed, was such magnificence attained, even though, under the Spanish domination, the city was enriched with splendid Baroque monuments. A brief return of the past splendour came at the start of the twentieth century, when Palermo had its "belle epoque", thanks to the success of young families of entrepreneurs who brought a wind of modernity to the city, raising not only the economic level but also the cultural and artistic one. Since 1946, Palermo has been the chief city of an autonomous region. It is a modern and active city, with about 730,000 inhabitants, very rich in monuments from all epochs. A thorough visit to the city takes about six days.


Posta al centro del Mediterraneo, la Sicilia è la maggiore isola di questo bacino (25.460 Kmq) situata a soli 140 km. dalla costa africana, 3 km. di mare, lo Stretto di Messina, la separano dalla Calabria. Attorno ad essa si dispone una serie di isole minori: a nord, le Eolie ed Ustica, ad ovest le Egadi, a sud le Pelagie e Pantelleria (complessivamente 25.708 Kmq). La sua linea costiera, prevalentemente rocciosa a nord, sabbiosa a sud, è lunga circa 1.000 Km. Il paesaggio siciliano è caratterizzato da grande movimento: l'isola infatti è montuosa e collinare, con un'unica estensione pianeggiante nei pressi di Catania. Il massiccio più importante è quello dell'Etna (il cui comprensorio è interamente protetto dall'istituzione di un grande parco naturale) nella zona orientale della Sicilia. Il vulcano, alto circa 3.300 m, è attivo ed è il più grande d'Europa. Lungo la costa settentrionale si dispongono, da Est verso Ovest, un tratto dei monti Peloritani, i Nebrodi e le Madonie, le cui vette raggiungono anche i 2.000 metri. Alle Madonie si sostituiscono, appena ad ovest del fiume Torto, irregolari formazioni calcaree, isolate o raggruppate a dominare basse colline tondeggianti. Ad Est, tra Messina e l'Etna, prosegue la catena dei Peloritani, del tutto simile ai monti calabri. Più a sud, sempre nella zona orientale dell'isola, è tutto un susseguirsi di alti tavolati formati da lava, tufo e soprattutto calcare, profondamente incisi da suggestive gole formate dallo scorrimento delle acque. Il centro della Sicilia, infine, è collinare. Si tratta del cosiddetto altopiano solfifero, di altezza variabile fra i 500 e 700 metri (fatta eccezione per il cocuzzolo, alto quasi 1.000 metri, sul quale sorge Enna).
Il clima è decisamente mediterraneo, con estati calde, inverni brevi e (website: hidden) temperatura massima si registra in luglio e agosto - in media 26°C - la minima tra dicembre e febbraio - in media 10°-14°C. La temperatura dell'acqua varia dai circa 16°C registrati in inverno ai 27°C dell'estate. Per un viaggio in Sicilia che non abbia esclusivamente finalità "balneari" sono consigliabili i mesi primaverili e autunnali e dalla metà di aprile alla metà di giugno e settembre - ottobre.
Mondello occupa un territorio che si estende ad arco, lungo una magnifica baia, tra la Riserva Naturale di Monte Pellegrino e la Riserva Naturale di Capo Gallo. Il nucleo originario " il paese", situato all'estremità nord della baia, antico borgo di pescatori sviluppatosi attorno ad un'antica tonnara.
Nell'ultimo decennio la località ha sviluppato la propria vocazione ed ha incrementato l'offerta turistica con ottime strutture ricettive, numerosi ristoranti tipici, bar, negozi e divertimenti. Il clima fresco d'estate e tiepido d'inverno, i fondali marini ricchi di splendida vegetazione, la spiaggia fine e bianca, l'acqua del mare trasparente dai colori intensi e tanto altro, fanno di Mondello un posto di vacanza 365 giorni l'anno. Fu fondata dai fenici in riva al mare quasi 3.000 anni fa, il suo nome allora pare fosse Ziz, fiore. Certo era molto bella, anche se di questa città oggi non ci rimane nulla, se non la traccia del primo impianto urbanistico, ricalcato per secoli: un lungo viale che dal mare porta alla bassa collina dove - oggi come allora - sorge il palazzo del governo. Fu base dei cartaginesi, poi, dopo la loro sconfitta da parte dei romani, fu occupata da questi ultimi. Anche dell'epoca romana non ci rimane pressoché alcuna traccia, sebbene fosse divenuta un fiorente municipio. In effetti lacittà si trovava in posizione piuttosto marginale rispetto al cuore dell'impero e ancor più lo divenne rispetto a Costantinopoli, quando la Sicilia entrò a far parte dei possedimenti dell'Impero romano d'Oriente. Nell' 831, dopo un assedio durato circa un anno, Palermo cadde in mano agli Arabi. Fu questo l'inizio di una nuova vita per la città che nel volgere di pochi anni si trasformò in una splendida metropoli, paragonata per il suo splendore a Cordova e Il Cairo. Palazzi e moschee si ergevano fra gli splendidi giardini della "Medina d'Occidente", lo skyline era caratterizzato da numerosi, snelli minareti. La città che fu chiamata Balarm, era la capitale dell'emirato siciliano e si dice che contasse 300.000 abitanti. Nel 1061 l'esercito normanno guidato dal conte Ruggero e da Roberto il Guiscardo intraprese la campagna di conquista della Sicilia. Undici anni dopo erano a Palermo. La venuta dei nuovi dominatori non significò però, la decadenza della città islamica, tutt'altro. I normanni infatti, se da una parte demolirono le moschee, si avvalsero dall'altra di architetti arabi per la costruzione delle loro sontuose dimore palermitane; e se si impadronirono saldamente della signoria sull'isola, lasciarono tuttavia in mano a funzionari islamici l'amministrazione del regno. Palermo Sotto Ruggero II, Palermo - capitale del nuovo regno normanno - raggiunse grandissimo splendore. Era centro di commerci tra Oriente ed Occidente e da ogni parte accorrevano nobili, commercianti, avventurieri attirati dal miraggio della ricca città e della fastosissima corte. Furono edificati i palazzi e le chiese di stile arabo-normanno che ancor oggi costituiscono una delle principali attrattive di Palermo. Questa grandezza proseguì sotto il regno di Federico II di Svevia, il quale rese la corte il maggior centro di vita culturale dell'epoca. Mai più, nei secoli seguenti, fu raggiunta una simile magnificenza, anche se, durante la dominazione spagnola, la città si arricchì di splendidi monumenti barocchi. Uno sprazzo di passato splendore fu vissuto dalla città al principio del XX secolo, allorché Palermo visse la sua "belle epoque" grazie all'affermarsi di giovani famiglie di imprenditori che portarono alla città una ventata di modernità, elevando, oltre al livello economico, anche quello culturale ed artistico.
Dal 1946, Palermo è il capoluogo della Regione Autonoma. È una città moderna e attiva, con circa 730.000 abitanti, ricchissima di monumenti di ogni epoca.

More About This Location

Beach or lakeside relaxation, City vacations, Waterfront

Getting There

Car is not necessary

Availability

Last updated on July 27, 2014
Not available for your dates? Check availability for 9 other Mondello rentals
Check Availability for Mondello

Rates

Rates shown in $ USD (Rental listed originally in EUR)


DatesNightlyWeeklyMonthlyMinimum Stay
Jun 1 - Sep 14, 2014
summar
$201$1,343$4,7011 Night
Sep 15 - Nov 2, 2014
midseason
$175$1,128$3,3581 Night
Nov 3 - Dec 18, 2014
lowseason
$148$1,034$3,3581 Night
Dec 19 - Jan 6, 2015
christmas
$188$1,276$3,3581 Night
Jan 12 - Mar 31, 2015
lowseason
$148$1,034$3,3581 Night
See all dates
Enter dates to see your price
Don't see rates for your trip?

Rental fees

  • Cleaning fee | $67 per stay
  • Damage deposit | $201
  • Fees for additional guests may apply.

Additional notes from the owner

Cleaning fee are applied for stays of one week. In the rental price are included electricity, gas and water. Children under 3 years are free

Amenities

General
  • Central heating
  • Washing Machine
  • A/C or climate control
  • Soap/Shampoo Provided
  • Housekeeping Optional
  • Towels Provided
  • Linens Provided
  • Local Guides/Maps
Phone / Internet
  • Internet Access
  • Fax Machine
Property Features
  • Parking
  • Mountain Views
Kitchen
  • Freezer
  • Stove or Oven
  • Toaster
  • Paper Towels Provided
  • Refrigerator
  • Grill
  • Microwave
Entertainment
  • Satellite or cable TV
  • DVD Player
  • Books
Outdoor
  • Outdoor Dining Area
  • Balcony or terrace
Suitability
  • Pet friendly - ask
  • Smoking allowed - ask
  • Suitable for children - yes
  • Suitable for the elderly - yes
  • Wheelchair accessible - no
Living space
  • 220 square feet

What Past Guests Are Saying

Have you stayed here? Write a review

2 guest reviews

Show Reviews